aldamerini-diapostrofo-poesie

Falsi d’Autore — Alda Merini — Al Mattino

In questa sezione, come ormai si sa, inserisco i risultati di un gioco che mi piace molto:
inventare delle poesie che ricalchino stilisticamente, per forma e contenuto, quelle di altri poeti, famosi e non. 

Sia chiaro, non c’è alcuna intenzione perculatoria, né di scherno, ma solo un “gioco”, che anziché avere un vincitore o un perdente, ha solo un lettore.

Al Mattino

Fiorita ero,
di oblunghi desideri
mentre tu arrovellavi
qualche teoria su Dio.

Odoravo di solinghi incensi
mentre volteggiavi sui miei pensieri
e spiavi il mio seno, lontano
dal piacere.

Il tuo sguardo faceva il rumore
di una foglia che tocca il suolo
Ed io ero la terra solleticata
dal nostro autunno.

Commenti

comments