guido-catalano- Diapostrofo - Poesie

Falsi d’Autore — Guido Catalano — Il Laghetto Degli Innamorati

In questa sezione, inserisco i risultati di un gioco che mi piace molto:
inventare delle poesie che ricalchino stilisticamente, per forma e contenuto, quelle di altri poeti, famosi e non. 

Sia chiaro, non c’è alcuna intenzione perculatoria, né di scherno, ma solo un “gioco”, che anziché avere un vincitore o un perdente, ha solo un lettore.

Questa, va letta con la erre moscia e con gli occhi di un torinese.

Il Laghetto Degli Innamorati

“Andiamo in gita, amore?”
“Sì”
“Dove vuoi andare?”
“In Brianza, c’è un laghetto
dove vanno le coppie innamorate”
“E noi siamo ancora innamorati?”

Pensavo di si,
ti guardavo il collo
e mi si asciugava la lingua

“A te piace ancora il negroni sbagliato?”
“Sì”
“Allora ci amiamo ancora”

Abbiamo raggiunto il laghetto
C’erano le papere ed i passeggini
spinti dalle papere.

Il lungolaghetto era tutto
uno sculettare.

E allora mi sono immaginato
io e te con il passeggino.
Ed io avevo la faccia triste

O forse era solo che ero
diventato papà.
E tu papera, ed insieme
eravamo una papapera
e spingevamo il passeggino.

Comunque abbiamo fatto la scelta giusta:
Siamo scappati a gambe levate
Da quel laghetto di merda
E siamo andati all’Arci
E ci siamo presi due negroni

Sbagliati

 

Condividi apostrofi di letteratura
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Share on Tumblr0Share on Reddit0Buffer this pagePrint this pageEmail this to someone

Commenti

comments