Poesie - diapostrofo

Scrutando l’orizzonte

Un paradiso per pochi, non è paradiso.

Occhi sull’orizzonte

Ho sgranato i giorni
i grani degli anni,
ho perso la vista
cercando nei piani
pastello di nebbia.
Occhi sull’orizzonte,
bagnandomi del cielo
a pensare a te, altissimo,
lassù, in fondo all’uranio.

Nel buio dell’arco celeste,
il punto all’orizzonte,
l’aureola del sole.

Invece

Sei sempre stato qui,
anche da solo,
eravamo in due.

Che sollievo l’accorgersi,
sulle spalle
delle mani tue.

D

Commenti

comments